12/09/2016 - Incredibile finale di Mondiale per Honda RedMoto World Enduro Team

redmoto mondiale enduro francia4Nuova grandissima prestazione dei piloti di Honda RedMoto World Enduro Team nel GP di Francia, disputato sabato 10 e domenica 11 settembre a Cahors e valido come ottava ed ultima prova del Campionato Mondiale Enduro 2016. Un fine settimana importante per Honda-RedMoto, che ha colto l’occasione per esporre in anteprima due nuovi modelli 2017: la Honda-RedMoto CRF 450 R e la Honda-RedMoto CRF 450 RX, disponibili a breve.

Giacomo Redondi, dopo aver conquistato il Titolo Iridato della classe EJ nel GP d’Italia, in Francia sabato ha centrato la quindicesima vittoria consecutiva. Partito domenica per fare l’en plein di vittorie, il “Red“ ha purtroppo chiuso secondo per colpa di una scivolata che gli ha fatto perdere una manciata di secondi. Tra gli iridati 2016 è il pilota ad avere totalizzato il maggior punteggio e inoltre nel GP di Francia, se i tempi della EJ fossero stati inseriti nella classe EnduroGP, sabato avrebbe concluso sesto e domenica settimo. Gara più che positiva anche per Davide Guarneri nella E2, con una quinta e una sesta posizione, mentre nella EnduroGP è terminato nono e settimo.

redmoto mondiale enduro francia8Sempre meglio anche Oscar Balletti nella E1, sabato quarto e domenica sesto, mentre Alessandro Battig, dopo la decima posizione di sabato, domenica si è ritirato. Nella EJ, infine, Davide Soreca ha ottenuto due buoni quinti posti. Sabato e domenica prossimi Honda RedMoto World Enduro Team sarà nuovamente sul campo di gara per l’ultima prova dei Campionati Assoluti d’Italia a Casanova di Staffora (PV).

GIACOMO REDONDI #18 (Honda-RedMoto World Enduro Team, CRF 450R Enduro, classe EJ): “Weekend positivo. Peccato che non sono riuscito a conquistare la sedicesima vittoria consecutiva. Il ginocchio è ancora dolorante a causa dell’infortunio di agosto, ma spero di tornare in piena forma per gli Assoluti d’Italia”.

ALESSANDRO BATTIG #83 (Honda-RedMoto World Enduro Team, CRF 250R Enduro, classe E1): “Sabato sono partito un po’ a rilento. Sono riuscito a recuperare nell’ultimo giro concludendo nella tra i primi dieci. Domenica ero partito abbastanza forte, purtroppo sono stato poi costretto al ritiro”.

redmoto mondiale enduro francia11OSCAR BALLETTI #57 (Honda-RedMoto World Enduro Team, CRF 250R Enduro, classe E1): “Sabato ho sfiorato il podio concludendo in quarta posizione per soli sei decimi. Domenica, purtroppo, sono scivolato due volte perdendo diversi secondi. Questa è stata la seconda gara dopo l’infortunio di fine gennaio e sicuramente la fatica si fa sentire. Ora l’obiettivo è salire sul podio degli Assoluti d’Italia il prossimo weekend”.

DAVIDE GUARNERI #39 (Honda-RedMoto World Enduro Team, CRF 450R Enduro, classe E2): “Sono state le due giornate di gara più positive di tutto il campionato. Mi sono allenato molto nei percorsi di enduro e mi sono trovato a mio agio sui tracciati di questa gara. Nella giornata di sabato ho mancato la top five per un secondo, mentre domenica ho chiuso quinto nella E2 e settimo nella EnduroGP. Rispetto all’inizio dell’anno c’è stato un miglioramento”.

DAVIDE SORECA #10 (Honda-RedMoto World Enduro Team, CRF 250R Enduro, classe EJ): “È stato un GP insolito per me, in quanto le prove speciali erano abbastanza semplici rispetto ai sette precedenti Gran Premi. Probabilmente ho sopravvalutato la situazione concludendo le due giornate di gara ad un passo dal podio in quinta posizione”.

CARLO CURCI (Manager Honda RedMoto World Enduro Team): “Weekend positivo per il nostro team. Siamo riusciti a concretizzare risultati importanti, soprattutto con Guarneri, che ha dimostrato sempre più le sue potenzialità e il suo indice di crescita. Performance positiva anche per Redondi, che ha portato a termine due ottime gare. Purtroppo domenica non ha trovato la velocità necessaria per totalizzare le sedici vittorie consecutive. Siamo contenti dei risultati ottenuti. Ringraziamo tutti gli sponsor e coloro che ci hanno supportato. Il Mondiale è concluso ma continuano gli impegni: la prova finale degli Assoluti d’Italia e la Sei Giorni in Spagna”.