04/07/2016 - Giacomo Redondi ad un passo dalla conquista del titolo mondiale EJ

Giacomo Redondi ad un passo dalla conquista del titolo mondiale EJ

redmoto enduro mondiale spagna37

Un Gran Premio di Spagna memorabile per Honda RedMoto World Enduro Team e per tutto l’offroad italiano. Dopo aver dominato nelle precedenti prove iridate, nei Paesi Baschi, a Gordexola, Giacomo Redondi è arrivato a quota dodici vittorie nella classe EJ. Un successo unico, che gli consente di mettere una seria ipoteca sulla conquista del Titolo Mondiale, con un vantaggio di ben 70 punti in classifica sul suo più immediato inseguitore. Per mettere il titolo in tasca, a Redondi basterà conquistare solo 10 punti (è sufficiente la sesta posizione nel prossimo GP d’Italia).

redmoto enduro mondiale spagna27In Spagna Redondi è stato protagonista di una gara perfetta, registrando il miglior tempo in ben 15 delle 19 prove disputate e concludendo le restanti secondo, terzo, sesto e diciottesimo complice una caduta. Bene anche Davide Guarneri, due volte sesto nella classe E2 e decimo e nono nella EnduroGP, dove ha fatto registrare anche il miglior tempo assoluto proprio all’ultima cross test. Gara in chiaro scuro per Alessandro Battig.

Sabato è caduto in una scarpata perdendo tempo prezioso, mentre domenica ha chiuso in nona posizione. Sfortunato invece Davide Soreca: scivolato nella speciale prologo del venerdì sera procurandosi una brutta contusione al braccio destro, sabato è caduto in speciale e il forte trauma alla schiena non gli ha consentito di continuare la gara.

Il prossimo appuntamento per Honda RedMoto World Enduro Team è il GP d’Italia, in programma a Fabriano (AN) il 16 e 17 luglio.

GIACOMO REDONDI #18 (Honda-RedMoto World Enduro Team, CRF 450R Enduro, EJ class): “È stato un weekend molto positivo. Sabato, oltre alla vittoria nella classe EJ, ho concluso in seconda posizione assoluta. Domenica sono partito abbastanza bene, ma poi ho commesso un errore nella prima estrema che mi ha fatto perdere circa venti secondi. Peccato, ma questo non ha comunque impattato sul mio risultato finale: sono molto contento per la dodicesima vittoria”.